MISSION

Le buone notizie ci sono. A volte non si sentono o non si raccontano, perché si tende a dare spazio alle emozioni negative, ai pensieri catastrofici o ai ricordi dolorosi. Molto spesso i programmi parlano ripetutamente di fatti di sangue, o in generale di violenze, diffondendo odio e intolleranza. Si pensa che la malvagità e il linguaggio volgare creino più attenzione tra gli ascoltatori.

Con la nostra radio desideriamo andare controcorrente, proponendo buone prassi e grandi imprese civili e culturali, raccontando ad esempio soprattutto storie di chi ha inventato un progetto, riuscendo anche a mettersi in gioco dal nulla o di chi  ha fatto delle scelte  per aiutare gli altri.

Crediamo che si tratti di storie che donino uno stimolo positivo a tutti.

Non desideriamo raccontare l’eccezione ma la normalità delle nostre vite, non c’è soltanto chi ha un dono particolare.

Esistono i talenti e poi esiste la costanza, la determinazione e il desiderio di migliorarsi. 

Le persone, contrariamente a quanto si pensi, sono alla continua ricerca di buone notizie per migliorarsi.

La nostra emittente radiofonica come sua mission vuole attivare una “rivoluzione copernicana” nell’informazione, comunicando messaggi positivi per contrastare l’indifferenza e la mediocrità.

Tutti noi possiamo farcela a contribuire a creare un mondo migliore

Buon ascolto e buone notizie con Radio Polis

STAFF dei soci fondatori

Ufficio di Presidenza